I Bambini Giocano con l’Arte e l'Archeologia nei Musei.

Matera, Museo Domenico Ridola / Potenza, Museo Dinu Adamesteanu / Policoro, Museo della Siritite - Polo Museale Regionale della Basilicata.

07/05/2017 1 - Attività didattica

Didattica nei Musei

Istituite dal nostro Ministero e diventate ormai un appuntamento atteso le Domeniche Gratuite al Museo [le prime di ogni mese] vedono il Polo Museale Regionale della Basilicata proseguire in un'iniziativa finalizzata a rendere i Musei sempre più accoglienti, soprattutto per i bambini che devono poter trovare attività dedicate, tempi e spazi appositamente predisposti.

Abbiano organizzato il 3° appuntamento delle nostre attività didattiche e ludiche speciali, anche queste gratuite, nei Musei di Matera, Policoro e Potenza in collaborazione con il TeatroPAT, l’Associazione Culturale i Colori dell’Anima e gli archeologi Domenico Colucci e Lucia Colangelo.

L'idea che guida anche questo progetto è quella di avvicinare sempre di più ai musei ‘case comuni della cultura' i bambini e le loro famiglie. Tutti devono sentirsi a casa nei nostri musei. Per questo abbiamo deciso di svolgere queste attività speciali durante le domeniche gratuite. Mentre i bambini si divertiranno con l'arte e l'archeologia anche le loro famiglie potranno trascorrere piacevolmente del tempo nei musei lucani.

Vogliamo rafforzare i nostri servizi educativi per offrire qualcosa di concreto, accessibile e dedicato ai più piccoli all'interno delle nostre strutture e costruire insieme il percorso verso Matera - Basilicata 2019.

Domenica 7 maggio 2017 i bambini dai 5 anni in su potranno partecipare, previa prenotazione, a insoliti laboratori e stimolanti percorsi ludici a loro dedicati nel Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola di Matera, nel Museo Archeologico Nazionale della Siritide di Policoro e nel Museo Archeologico Nazionale della Basilica Dinu Adamesteanu di Potenza.

Attraverso il gioco i bambini potranno scoprire la ricchezza e la bellezza del patrimonio culturale esposto nei musei del nostro territorio e imparare ad amare tutte le forme d’arte, dalla musica al teatro, alla danza, alla pittura, alla letteratura. Saranno i bambini a trasmettere a noi più grandi la passione per la conoscenza, la fantasia e la creatività. Saranno i bambini a farci conoscere meglio anche i nostri musei.

Abbiamo cominciato con tre musei e, nei prossimi mesi, il progetto sarà esteso alle altre strutture museali della nostra rete. In seguito, grazie a specifici protocolli di intesa, intendiamo collegarci alle altre istituzioni culturali, offrendo le nostre pratiche e i nostri strumenti per costruire il sistema museale della regione.

Insieme potremo creare una rete educativa permanente, con il coinvolgimento sempre più ampio e partecipato delle Scuole.

Tutte le attività didattiche prevedono, per ogni Museo, due incontri [uno di mattina, l’altro di pomeriggio] con gruppi di 25, max 30 bambini.

A Matera, nel Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola [ore 11.30 / 17.00_Info e prenotazioni, mobile 328 0046536 / mail teatropat@gmail.com], il TeatroPAT, con Marco Bileddo, affronta il tema Demetra e Persefone. Ovvero la nascita delle stagioni. Il mito di Demetra e Persefone è importante e molto diffuso non solo nella Antica Grecia ma anche in Magna Grecia. È un mito legato al mondo dell’agricoltura e all’alternarsi delle stagioni. Il racconto illustra le vicende di una madre in cerca di sua figlia rapita dal dio degli inferi Ade. Il mito, nell’antichità, aveva una funzione ben precisa, quella di spiegare, con termini e immagini di facile comprensione, l’alternarsi delle stagioni. Il TeatroPAT ha voluto rendere la narrazione più vicina al linguaggio contemporaneo, conservando il significato del mito. La narrazione teatrale utilizza la tecnica del Teatro di Figura, con attori, pupazzi in gommapiuma e ombre.

A Policoro, nel Museo Archeologico Nazionale della Siritide [ore 10.30 / 17.00_Info e prenotazioni, mobile 392 3333239 / mail icoloridellanima2012@gmail.com ], il tema è Eracle. Una vita da eroe, l’eroe-semidio più amato della mitologia greca, a cura dell’Associazione Culturale i Colori dell’Anima, con Giuseppina Simona Crupi
 e Maria Domenica Pasquino. L’attività si articola in due parti: la prima è dedicata allo storytelling, ossia alla narrazione accompagnata da immagini e suoni delle vicende di Eracle, eroe dotato di una ferma volontà e di una grande forza fisica, che affronta vittoriosamente fatiche sovrumane, tanto da essere accolto alla sua morte tra gli Dei. E’ un eroe possente ma benefico, il cui compito è liberare il mondo da pericolosi mostri. Le sue dodici fatiche sono il simbolo degli sforzi che l’esercizio della virtù richiede e la sua assunzione nell’Olimpo rappresenta la virtù premiata. La narrazione della vita dell’eroe, avvolta da un alone di mistero e di avventura, accompagna bambini e adulti in un viaggio tra realtà e fantasia, stimolandoli ad essere forti e coraggiosi nell’affrontare le piccole grandi difficoltà della vita di ogni giorno. La seconda parte, invece, è caratterizzata da una attività pratica in cui la creatività e la manualità dei bambini serviranno a creare dodici opere d’arte” come dodici sono le Fatiche di Eracle.

A Potenza, nel Museo Archeologico Nazionale della Basilicata Dinu Adamesteanu [ore 10.30 / 17.00_Info e prenotazioni, mobile 347 1463650 / mail domenico.colucci@gmail.com] il tema dei laboratori condotti da Lucia Colangelo e Domenico Colucci è Le fatiche di Eracle. La visita è articolata in due momenti distinti. Durante la prima parte i bambini verranno coinvolti in una narrazione partecipata delle “Fatiche di Eracle” attraverso il teatro delle ombre. Nella seconda parte, invece, andranno a caccia di dei e creature mitologiche protagonisti del racconto e presenti nel Museo, in attesa di una “mostruosa” prova finale.